Avvocati online: quanto conta la specializzazione

Cercare gli avvocati online offre il grande vantaggio di poter selezionare i professionisti non solo per aree geografiche ma anche per specializzazione. Forse ancora oggi molte persone, nell’ipotesi in cui si abbia bisogno di un avvocato, si affidano al passaparola. Questa scelta però potrebbe trovarsi a chiedere consulenza per una causa di divorzio in uno studio penalista.

Avvocati specializzati: perché non tutti gli studi legali sono uguali

Certo si è sempre di fronte ad un avvocato, come tale esperto nel diritto ma questa materia è molto ampia da prevedere una suddivisione in branche con relative specializzazioni forensi (Diritto Penale, Diritto Civile, Diritto Amministrativo, Diritto Tributario e, di conseguenza, avvocato penalista, avvocato civilista, avvocato amministrativista e avvocato tributarista). Il riconoscimento delle specializzazioni degli avvocati non è netto e universale come quello dei medici (o non lo è ancora) tuttavia appare intuitivo che uno studio divorzista affronterà più spesso cause di separazione e divorzio e che questo determinerà nel tempo una competenza ed esperienza in materia specifica.

Del resto l’esigenza di specializzazione degli avvocati diventa oggi più impellente rispetto al passato, segno dei tempi che cambiano e delle problematiche che si fanno più complesse e intricate. E’ un adeguamento al tempo che passa così come il fatto che internet abbia sdoganato la ricerca degli avvocati online.

E se è vero che il numero di avvocati in Italia è nettamente superiore a quello di altri Paesi, ben venga allora la specializzazione degli studi legali che permette di differenziare il flusso della domanda di chi cerca consulenza legale specializzata distribuendo la mole di lavoro e riducendo la concorrenza. Limitando in questo modo l’ambito di competenza, l’avvocato specializzato sarà anche aggiornato perché avrà modo e tempo di seguire appunto corsi di specializzazione.

Va detto a tal proposito che esiste una sentenza di due anni fa (n. 4424/2016 emessa dal Tar Lazio) che ha bocciato le specializzazioni forensi ma questo non significa che i giudici abbiano negato che il diritto si suddivida in branche e che non tutte le cause giuridiche sono uguali. La criticità riscontrata, e che ha portato alla bocciatura, verteva piuttosto sul rischio di prevedere specializzazioni arbitrarie in mancanza di criteri oggettivi e riconosciuti ufficialmente.

Come scegliere avvocati online: criteri di selezione

In fondo è proprio questo che fa un utente che cerca un avvocato online: seleziona in base all’ubicazione dello studio legale e alla specializzazione del professionista. Se è la prima volta che richiedi consulenza legale online quindi la prima cosa che dovrai chiederti è che tipo di avvocato ti occorre rispondendo alla domanda: “quale sfera del diritto interessa più da vicino il mio caso?”. Ci sono però fattispecie non sempre facilmente inquadrabili dentro una categoria giuridica e casi borderline difficili da classificare per chi non ha competenze giuridiche. Ma anche in questo caso trovare un avvocato online specializzato può essere facile: ci sono siti che fanno da vetrina ad avvocati in tutta Italia; l’utente può compilare il modulo di contatto spiegando il proprio caso: è in questo caso l’avvocato online specializzato nella materia che interessa la fattispecie a rendersi disponibile ad una consulenza legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *