Conti online: minor costi ma stessa qualità?

Conti online

Fra tutti i servizi bancari, uno spicca per il largo utilizzo: il conto corrente. Da molti ritenuto di poca importanza, esso, invece, è il primo approccio di ogni utente col mondo bancario e del risparmio, sul quale, di fatto, vengono veicolate tutte le operazioni: dall’accredito dello stipendio alla domiciliazione delle bollette, fino, per i più intraprendenti in ambito finanziario, alle operazioni di compravendita dei titoli acquistati sui vari mercati. Senza dimenticare, poi, che il conto corrente offre la possibilità di usufruire di bancomat e carta di credito, strumenti di pagamento, specie il primo, divenuti ormai essenziali nella vita di ogni singolo cittadino. Il conto corrente, quindi, è uno strumento di primaria importanza, che offre accesso ad un variegato mondo di servizi, ritenuti oggi scontati e di facile utilizzo, ma che solo qualche decennio fa non lo erano affatto.

La rivoluzione del web trasforma il concetto di conto corrente

Fino all’avvento delle prime apparecchiature bancomat, avvenute in Italia verso la metà degli anni ’80 e diffusesi capillarmente entro la fine dello stesso decennio, le code agli sportelli bancari, specie negli orari d’intervallo lavorativi dei cittadini, erano quasi chilometriche, al punto che spesso la “pausa pranzo” di operai e impiegati era destinata solo ed esclusivamente al ritiro del contante presso la filiale dove intrattenevano un rapporto di conto corrente. Altri tempi, indubbiamente. Ma che portano ad una riflessione importante: senza il conto corrente, di fatto, non si potrebbe mantenere il tenore di vita – in termini di sicurezza, fruibilità e comodità dei pagamenti – di cui attualmente godiamo.

L’avvento del nuovo millennio ha portato ad una ventata di novità a livello tecnologico, che ha toccato in modo significativo anche l’ambito bancario e, più in generale, quello finanziario. Anche l’apertura di un conto corrente, di conseguenza, è diventata disponibile nel mondo del web, dove le proposte per aprirne uno sono all’ordine del giorno. Le differenze fra il canale dello sportello bancario e quello del mondo virtuale sono ormai note, anche se spesso non foriere di verità assolute. Come scegliere un conto corrente online, ad esempio, può sembrare più facile di quanto in realtà non sia, visto che la solidità degli istituti emittenti è diventato un tema di primaria importanza, anche solo nella decisione di aprire un conto.

Attenzione a tutte le voci di spesa

E’ indubbio, tuttavia, che la nascita dei conti correnti online abbia portato dei vantaggi agli utenti anche del tradizionale sistema bancario: nonostante i recenti diffusi aumenti dei costi, dovuti essenzialmente alla politica espansionistica della BCE con tassi negativi a breve termine, la loro nascita ha portato gli istituti di credito a rivedere al ribasso il loro listino, onde evitare di essere inghiottiti dalle proposte della banche virtuali, anche se i costi restano tendenzialmente maggiori.

Anche in questo, quindi, Internet ha portato dei benefici in termini di risparmio ai cittadini, ma resta importante, oltre all’indubbio minor esborso in termini economici, percepire che il servizio online sia di qualità e vada incontro alle nostre esigenze. Scegliere un conto corrente online, di conseguenza, dev’essere fatto in maniera consapevole, comparando le varie offerte sul web e valutando attentamente tutte le voci di spesa. E non, come spesso capita, solo le spese di gestione applicate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.